Meditazione: N° 1

Posted on gennaio 18, 2017

Home Sermon Meditazione: N° 1

sermon date 2017-01-02
sermon manager Giuseppe Piccolo
Sermon Location Milano

Meditazione: N° 1

“Dio è per noi un rifugio e una forza,un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si smuovono in mezzo al mare, se le sue acque rumoreggiano, schiumano e si gonfiano, facendo tremare i monti” (Salmo 46:1-3)

«Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente» (Matteo 28:20).

Cari fratelli, care sorelle,
In questi giorni di festa chissà quante volte abbiamo sentito pronunciare la frase “Buon Anno!” e forse anche noi stessi l’abbiamo rivolta a qualcuno.

Ma che cosa intendiamo veramente con questo augurio? Che cosa vorremmo che ci portasse il nuovo anno? Un migliore governo? Migliori condizioni sociali ed economiche? Purtroppo, le Scritture non ci fanno nutrire molte illusioni, perché ci dicono chiaramente che i tempi della fine diventeranno sempre più difficili. Gesù stesso lo ha dichiarato: “Poiché l’iniquità aumenterà, l’amore dei più si raffredderà” (Matteo 24:12). E l’apostolo Paolo descrive un quadro abbastanza fosco quando scrive al giovane Timoteo per metterlo in guardia: “Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato la potenza. Anche da costoro allontànati!” (2 Timoteo 3:1-5).

I mezzi di comunicazione di massa sono costantemente usati per infondere paura: notizie di terrorismo, omicidi, catastrofi ambientali. Se ci concentriamo su queste notizie diveniamo sempre più paurosi e senza speranza. Abbiamo bisogno di avvicinarci al Signore e di ascoltare le Sue parole di incoraggiamento.

Nonostante queste terribili predizioni di sventure, coloro che hanno accettato Gesù Cristo come loro Salvatore e Signore hanno una visione diversa del futuro. Infatti, nel Suo discorso pronunciato sul monte degli Ulivi e riportato nei capitoli 24 di Matteo,13 di Marco e 21 di Luca, Gesù conclude con una nota positiva che rassicura i Suoi seguaci: «Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire, rialzatevi, levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina» (Luca 21:28).

L’apostolo Giovanni descrive molto bene quello che occorre fare in questo caso: “Chi riconosce pubblicamente che Gesù è il Figlio di Dio, Dio rimane in lui ed egli in Dio. Noi abbiamo conosciuto l’amore che Dio ha per noi, e vi abbiamo creduto. Dio è amore; e chi rimane nell’amore rimane in Dio e Dio rimane in lui. Nell’amore non c’è paura; anzi, l’amore perfetto caccia via la paura, perché chi ha paura teme un castigo. Quindi chi ha paura non è perfetto nell’amore” (1 Giovanni 4:15-16,18).

Vorrei incoraggiare ognuno di voi. cari fratelli e sorelle, ad attendere l’anno nuovo con maggiore fiducia nelle promesse fatteci dal Signore. Egli ha promesso di amarci sempre, sino alla fine. Assolutamente nulla in cielo o sulla terra potrà impedirGli di amarci. Forse possiamo sentirci più amati quando compiamo qualcosa secondo le nostre aspettative. Ma il Suo amore è perfetto, non è soggetto a variazioni.

Quando siamo insoddisfatti con la nostra condotta, tendiamo a sentirci indegni del Suo amore e inconsapevolmente ci puniamo allontanandoci da Lui. Invece, dovremmo ritornare a Lui per ricevere il Suo amore senza cercare di guadagnarci la Sua approvazione.

Ecco alcune promesse fatteci dal Signore su cui contare ogni giorno del 2017:
• ”Io sono la vite, voi siete i tralci. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla” (Giovanni: 15:5).
• “Beato il popolo che conosce il grido di gioia; esso cammina, o SIGNORE, alla luce del tuo volto” (Salmo 89:15).
• “Beato l’uomo che ripone nel SIGNORE la sua fiducia, e non si rivolge ai superbi né a chi segue la menzogna!” (Salmo 40:4).
• “A colui che è fermo nei suoi sentimenti tu conservi la pace, la pace,perché in te confida. Confidate per sempre nel SIGNORE, perché il SIGNORE, sì il SIGNORE, è la roccia dei secoli” (Isaia 26:3-4).
• “Dio è per noi un rifugio e una forza,un aiuto sempre pronto nelle difficoltà. Perciò non temiamo se la terra è sconvolta, se i monti si smuovono in mezzo al mare, se le sue acque rumoreggiano, schiumano e si gonfiano, facendo tremare i monti” (Salmo 46;1-3).
• “Se Dio è per noi chi sarà contro di noi?” (Romani 8:31).

Buon Anno nel Signore a tutti!

Giuseppe Piccolo

Share